Iolanda Romano

Iolanda Romano

Dottore di ricerca in politiche pubbliche del territorio, è esperta di processi decisionali inclusivi con competenza specifiche in comunicazione, mediazione dei conflitti pubblici e tecniche di progettazione partecipata. È fondatrice di Avventura Urbana, di cui è stata Presidente dal 1992 a gennaio 2016 e di cui è attualmente socia.

Dal febbraio 2016 è Commissario straordinario di Governo per la linea ferroviaria AV/AC del Terzo valico dei Giovi, su incarico del Presidente del Consiglio dei Ministri.

Ha condotto molti progetti, in Italia e all’estero, contribuendo ad introdurre in Italia alcune delle tecniche più innovative nel campo della progettazione partecipata e mediazione dei conflitti (Planning for Real, Open Space Technology, Giurie di cittadini, Electronic Town Meeting, Deliberative Polling, Future Search Conference). Ha svolto periodi di lavoro e studio in Gran Bretagna, Olanda e Francia e, nel 2009, con una borsa di studio del German Marshall Fund of the United States, ha realizzato una ricerca di negli Stati Uniti sui metodi di mediazione dei conflitti pubblici. Ha collaborato allo sviluppo del Progetto speciale periferie della Città di Torino, in quanto esperta di percorsi partecipativi (1997-2004).

È autrice del libro Cosa fare, come fare. Decidere insieme per praticare davvero la democrazia (con un intervento di Gustavo Zabrebelsky), edizioni Chiarelettere, Milano 2012; è autrice della voce “Facilitazione” del Dizionario Critico e Interdisciplinare della partecipazione per il Groupement d’Intérêt Scientifique «Démocratie et Participation»; è coautrice (con M. Scalvi et al.) di Avventure Urbane, progettare la città con i cittadini, 2002 Milano Eleuthera; è autrice dei capitoli sui metodi partecipativi del manuale sui processi decisionali inclusivi A più voci, coordinato da Luigi Bobbio per conto della Presidenza del Consiglio dei Ministri (2004).

Da anni è impegnata nella promozione della mediazione dei conflitti e del dibattito pubblico, per cui ha condotto varie iniziative di livello nazionale e internazionale fra cui il seminario italo-francese “Grandi opere: contestare, partecipare, decidere” nell’ambito della Biennale Democrazia 2013 a Torino e il seminario di studi “Prevenzione e gestione dei conflitti nella realizzazione di grandi infrastrutture”, per Italiadecide, alla Camera dei Deputati nel 2012.

Svolge una selezionata attività di formazione nelle principali università e centri di formazione in Italia e all’estero. Dal 2010 è professore a contratto presso l’università La Sorbona di Parigi per il modulo sulla mediazione dei conflitti del Master di II livello AF/IC pro Affaires Publiques: Ingénierie de la concertation. Dal 2001 è docente nella Scuola di perfezionamento post lauream Alpsus – Azione locale partecipata e sviluppo sostenibile dello IUAV- Istituto Universitario di Venezia; Nel 2013 e 2014 è stata docente per la Banca Mondiale nell’ambito del programma Public Financial Management and Accountability Program, come docente per la formazione sui processi partecipativi in tre province della Repubblica Democratica del Congo. È stata professore a contratto (2012-2013) presso l’Università degli Studi di Siena, come co-responsabile del semestre sui metodi di progettazione partecipata del Master interuniversitario della Toscana di I livello “Formazione di esperti nella progettazione e gestione di processi partecipativi”. Ha coordinato il corso biennale in “Progettazione partecipata per le politiche Pubbliche” (2010-2012) per dirigenti e funzionari della Regione Emilia Romagna.